Seleziona una pagina

I nostri Servizi

Scopri di cosa ci occupiamo

Formazione

La formazione e l’aggiornamento costante rappresentano senza dubbio una chiave di successo per qualsiasi operatore pubblico o privato.

L&C Consulting, grazie alla propria rete di advisors e al proprio network flessibile, è in grado di costruire insieme al Cliente il pacchetto formativo più adeguato alle specifiche esigenze…

Attività di committanza ausiliaria

Il nuovo Codice dei contratti pubblici prevede la possibilità delle stazioni appaltanti di affidare a prestatori di servizi selezionati mediante le procedure previste nel Codice stesso attività di consulenza ausiliarie, tra le qual quelle relative alla consulenza sullo svolgimento o sulla progettazione delle procedure di appalto.

Grazie all’esperienza maturata dai propri advisors nella specifica materia, L&C Consulting è in grado di offrire il proprio supporto anche in questo ambito.

Aste Immobiliari

Negli ultimi anni è stato avviato un processo profondo di ripensamento del processo esecutivo che, nell’interesse sia del debitore che del creditore, potesse rendere l’acquisto di immobili attraverso il meccanismo dell’asta giudiziaria maggiormente interessante ed appetibile per il mercato, in modo da prevenire il deprezzamento eccessivo dei cespiti e l’allungamento patologico dei tempi di conclusione delle procedure…

Porti Turistici

Strettamente connesso con la materia delle concessioni demaniali marittime e con lo stesso Codice dei contratti pubblici, il settore dei porti turistici riveste un enorme potenziale per l’economia nazionale, in particolare di quelle zone, come il sud d’Italia, che stentano ad agganciarsi alla locomotiva della ripresa economica che si sta faticosamente rimettendo in moto…

Accedi ai fondi europei

PSR e Fondi Europei

Grazie al varo della programmazione 2014-2020 dei fondi comunitari FEASR, sono stati  destinati al comparto agricolo notevoli risorse.

Nei prossimi cinque anni con i Programmi di Sviluppo Rurale – PSR, verranno messi a disposizione delle aziende agricole italiane circa 21 Miliardi di € di contributi a fondo perduto, a cui si dovranno aggiungere circa 15 miliardi di € di quota privata